Modifiche al Codice della Strada

art.1: Guida senza patente; art.2: limitazioni per i neopatentati; art.3: limiti di velocità; art.3bis: sosta e fermata con motore acceso

Modifiche al Codice della Strada23/05/2008 -

La legge n. 160 del 2 ottobre 2007 converte il DL 117 apportando alcune modifiche al Codice della Strada comprese alcune novità per i neopatentati:


art.1 Guida senza patente: Chiunque guida autoveicoli o motoveicoli senza aver conseguito la patente di guida è punito con l'ammenda  da € 2.257 a € 9.032 con rilevanza penale, se recidivo nel biennio previsto arresto fino ad 1 anno.


art.2 : ai neopatentati (ma solo per il primo anno) non è consentita la guida di autoveicoli la cui potenza specifica riferita alla tara superi i 50 kw/t. Per esempio: un'autovettura con potenza di 51 Kw e peso di 1010Kg non  può essere guidata infatti 51 diviso 1,01 dà un valore pari a 50,49(fiat PANDA DIESEL). Un'autovettura con potenza di 76 Kw e peso di 1545Kg può essere guidata infatti 76 diviso 1,54 dà un valore pari a 49,35 (FIAT MULTIPLA BIPOWER).


Su veicoli a 2 ruote è vietato trasportare  minori di 5 anni, pena un'ammenda da € 148 a € 594.


art.3 limiti di velocità: Sarà possibile impiegare come fonti di prova anche dispositivi che calcolano la velocità media su un tratto predeterminato. È previsto che le postazioni di controllo sulla rete stradale per il rilevamento della velocità devono essere ben visibili e segnalate preventivamente  con cartelli o di dispositivi di segnalazione luminosi.


Introdotta una nuova fascia di eccesso di velocità oltre 60km/h.


Superare il limite di oltre 10 km/h ma non oltre 40 km/h rimane invariata l'ammenda da € 148 a 594€ ma aumentano i punti decurtati che da 2 diventano 5. Superare il limite di oltre 40 km/h ma non oltre 60 km/h ammenda da € 370 a € 1.458 con  sospensione sospensione della patente da 1 a 3 mesi e  provvedimento di inibizione alla guida del veicolo,per i 3 mesi successivi alla restituzione della patente di guida, nella fascia oraria che va dalle ore 22 alle ore 7 del mattino, in caso di recidiva nel corso di un biennio la patente viene sospesa da otto a diciotto mesi.Superare il limite di oltre 60 Km/h comporta un'ammenda da € 500 a € 2.000 e sospensione della patente da 6 a 12 mesi e in caso di recidiva nel corso di un biennio scatta anche la revoca della patente.                                                                                       art.3-bis:tenere acceso il veicolo per mantenere in funzione il condizionatore dell'aria durante la sosta o la fermata sarà punito con un'ammenda da € 200 a € 400.